sabato 24 dicembre 2011

BUON
NATALE

domenica 20 novembre 2011

La lunga strada per il cielo

ARISTOTELE DI STAGIRA(384 - 322 a. C.)
Dimostra la sfericità della Terra ed afferma che l’Universo è un insieme di sfere omocentriche.


ARISTARCO DI SAMO(310 - 230 a. C.)
Misura il raggio della Terra e le distanze relative di Sole e Luna.
Prima ipotesi del sistema eliocentrico e della rotazione della Terra.

CLAUDIO TOLOMEO(II secolo d.C.)
Dà forma matematica al sistema aristotelico.
Scrive l’ALMAGESTO.

NICCOLO’ COPERNICO(1473 - 1543)
In De revolutionibus orbium caelestium ripropone il sistema eliocentrico.

TYCHO BRAE(1546 - 1601)
Costruisce strumenti, fonda il primo osservatorio astronomico europeo, dimostra che le sfere cristalline di Aristotele non esistono.

GALILEO GALILEI(1564 - 1642)
Inventa il telescopio e fa osservazioni. Fonda la scienza sperimentale moderna, sostiene la teoria copernicana scrive il Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo.

GIOVANNI KEPLERO(1571 - 1630)
Scopre le leggi dei moti planetari.
Scrive ASTRONOMIA NOVA.

ISAAC NEWTON(1642 - 1727)
Enuncia la legge della gravitazione che contiene le leggi di Keplero. Scrive Philosophiae naturalis principia mathematica, base della meccanica moderna.

JAMES BRADLEY(1693 - 1762)
Nel 1729 scopre l’aberrazione della luce, che si può spiegare solo con la rotazione della Terra intorno al Sole. E’ la prova che il sistema copernicano è reale.
 
WILLIAM HERSCHEL(1728 - 1827)
Nel 1781 scopre URANO e nel 1803 scopre che Castore la stella alfa Geminorum, è un sistema di due stelle che ruotano una intorno ll’altra secondo le leggi di Keplero.
La legge di gravitazione di Newton diventa universale.
Iniziagli studi della Via Lattea per i quali impiega il suo telescopio il cui specchio principale ha un diametro di 1,20 m.

URBAN LEVERRIER(1811 -1877)
Nel 1846, basandosi sul calcolo e sulla teoria della gravitazione.
Scopre il pianeta NETTUNO.
 
JOHANN GALLE(1812 - 1910)
Osserva il pianeta NETTUNO.

JEAN FOUCAULT(1819 - 1868)
308 anni dopo la pubblicazione dell’ opera di Copernico, con un gigantesco pendolo nella cupola del Pantheon di Parigi dimostra sperimentalmente la rotazione della Terra intorno al proprio asse.

JOSEPH FRAUNHOFER(1787 - 1826)
Fonda la spettroscopia che permette l’analisi chimica delle sorgenti luminose: le stelle.
 
GUSTAV KIRCHHOFF(1824 - 1887)
Trova la legge che lega gli spettri alle sostanze che li producono e rende possibile l’analisi chimica quantitativa delle sorgenti luminose lontane (sempre le stelle).
 
JAMES MAXWELL(1831 - 1879)
Formula la teoria dell’elettromagnetismo: la luce è un fenomeno elettromagnetico.
 
MAX PLANCK(1858 - 1947)
Ipotizza che la radiazione elettromagnetica sia formata da “quanti”, cioè particelle di luce.
 
HENRIETTA LEAVITT(1868 - 1921)
Nel 1912 scopre un metodo per misurare la distanza delle stelle che permetterà di stimare la distanza delle galassie.
 
ALBERT EINSTEIN(1887 - 1955)
Scrive le teorie della relatività ristretta e generale aprendo le porte alla fisica atomica e cosmologica.
 
HERMANN MINKOWSKI(1864 - 1909)
Introduce il concetto di spazio tempo quadridimensionale.
 
EJNAR HERTZSPRUG(1873 - 1967)
HENRY N. RUSSELL(1877 - 1957)
Sviluppano il diagramma di Hertzsprung - RussellFondamento della teoria dell’evoluzione stellare.
 
NIELS BOHR(1885 - 1962)
Ipotizza una struttura degli atomi dando inizio alla fisica atomica.
 
EDWIN HUBBLE(1889 - 1953)
Scopre l’espansione dell’Universo.

martedì 26 luglio 2011

Le stagioni una questione di inclinazioni



Dal  momento che l'orbita della Terra è quasi circolare, il Sole si tova quasi sempre alla stessa distanza dalla supericie.  In realtà la Terra è un pò più vicina al Sole, ma non molto, quando nel nostro emisfero è inverno. Al perielio, cioè alla minima distanzadal Sole, infattila Terra è a 147 milioni di km dal Sole, mentre qll'afelio, cioè alla massima distanza, è a152 milioni di km. Rispetto alla distanza media di circa 150 milioni di km c'è una differenza in più e in meno di meno dell 1.5%.
Allora come si spiegano le differenze di temperatura fra estate ed inverno?
Il motivo è da ricercarsi nel fatto che l'asse di rotazione della Terra è inclinato rispetto al piano della sua orbita di 23.5° circa.
NORD

SUD

Quando nell'emisfero boreale  è estate. il Polo Nord della Terra è rivolto al Sole mentre il Plo Sud e "più indietro rispetto al Sole  (vedi foto sopra).
Per 6 mesi al Polo Nord il Sole non tramonta ed al Polo Sud non sorge, la conseguenza è che su tutto l'emisfero boreale i raggi solari cadono più "perpendicolari" , pertanto la loro forza riscaldante è maggiore. Senza contare che  le giornate sono più lunghe.

sabato 23 luglio 2011

ZENIT


il vento stellare

Le stelle, specialmente le più grandi, giganti e supergiganti ad esempio, emettono continuamenteuna grande quantità di particelle: protoni, elettroni, nuclei di elio.U
n vero e proprio vento sttellare trasporta e diffonde nello spazio attorno a questi astri parte della materia di cui sono costruiti.
Anche il Sole, con il suo  vento solare si comporta nello stesso modo


venerdì 22 luglio 2011

Anche senza telescopio....

Per orientarsi nella volta celeste prendiamo sempre come punto di riferimento la costellazione dell'ORSA MAGGIORE, questo gruppo di stelle è circumpolare e quindi è visibile tutto l'anno e per tutta la notte alle nostre latitudini e diciamo sicuramente fino a quelle dell'Egitto, ma non per le regioni  in latitudini piu' basse.

In prima serata quando si fa buio in estate lo troveremoverso OVEST in autunno lo vedremo basso sull'orizzonte NORD, in imverno incomincerà ad alzarsi a ESTed in primavera sarà quasi sopra le nostre teste molto vicino allo ZENIT (che è il punto nel cielo perpendicolare alla nostra testa)



L'ORSA MAGGIORE o GRANDE CARRO è quella costellazione  facile da individuare poichè le stelle che la formano sono piuttosto luminose ed hanno quella forma caratteristica di un grande "mestolo"

Se congiungiamo, come nel primo disegno, con una linea ideale le prime due stelle del Grande Carro l'alfa e la beta e la prolunghiamo per una lunghezza pari a 5 volte la distanza delle due stelle toveremo un'astro non molto luminoso (di seconda magnitudine) che è la POLARE  la stella attorno alla quale ruota l'intera volta celeste settentrionale.


 

giovedì 21 luglio 2011

Le Nereidi




E nacquero da Nereo, nel mare ove mai
non si miete, altre piacevoli dee, cui madre
fu Diòride, figlia d'Oceano eccelso fiume,
Reginadeiventi, Velocesuiflutti,
Grottala snella, Metadisguardi,
Bellavittoriadalbraccio dirose,
Tuttadimiele vezzoa,Rifugiodeiporti,
Solcalonda, Isolabella,Spiaggia,
Corrisuivortici tuttadolcezza, la dolce a veder
Galatea e Frenalonde che i flutti del mar
cosparge di nebbia agevolmente, e i soffi
del vento gagliardo raffrena, con Anfritrite
dai vaghi malleoli, con Placamarosi,
Riva bellacorona, e Signoradelmare,
e Glaucanorma amica del riso...

Esiodo, Theogonia